domenica 27 maggio 2012

Arabesque



In questo periodo dell'anno si è tutti presi tra Comunioni, saggi di questo e di quello, gare, premi e chi più ne ha più ne metta.


E anche noi siamo rimasti coinvolti: mia figlia Elena ha ripreso a suonare il pianoforte perciò oggi condivido qui il suo saggio di fine anno (lo so lo so, ma vi tocca...)


Il brano scelto è Arabesque di Friedrich Burgmüller.
Prima però permettetemi di essere didattica...
L'arabesque nella musica classica è un tipo di composizione, di breve respiro, di carattere elegante e spesso ricca di abbellimenti.
Con il nome arabesques esistono diverse composizioni per pianoforte.
Tra quelle più conosciute Deux Arabesques di Claude Debussy, composte rispettivamente nel 1888 e nel 1891, ed altre dallo stesso nome di Robert Schumann e Pëtr Il'ič Čajkovskij. (da Wikipedia)








E spero mi perdonerete se mi concedo anche la citazione "colta" di quelle che ci hanno perseguitato negli anni scolastici (non so voi, a me sì):
come disse Cornelia a una matrona che ostentava le sue pietre preziose, «haec ornamenta mea» - ecco i miei gioielli - mostrando i suoi figli.

Cuore di mamma...

14 commenti:

  1. Bella e brava la tua piccola.Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tempismo Cinciarella! Grazie riferirò...:-)

      Elimina
  2. Brava Elena. <3

    L'inchino è da perfezionare un attimo, ma per il resto sei perfetta.

    L.

    RispondiElimina
  3. Sì...è la mia patatona...:-)
    Comunque sono stata col fiato sospeso: non si è inceppata pur essendo in pubblico!

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Eh...il frutto dei tuoi lombi...

      Elimina
  5. Elena è mitica e da una mamma così non mi sarei mai aspettata di meno!
    Le tue citazioni colte non sono mai spocchiose, per me puoi infarcire così tutti i post.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Possibile che si sia mangiato il mio commento?
    Elena è bravissima, io dall'emozione non sarei nemmeno riuscita ad arrivare al pianoforte :)
    E le citazioni colte non stufano mai se sono inerenti e corrette :D
    Baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Babi, sei un tesoro ;-)

      Elimina
    2. Ma è la verità :)
      Baci baci

      Elimina
  7. E ne hai ben ragione di mostrare questo gioiello di figlia :) Sono un po' invidiosa, io adoro il pianoforte, ma ahimè le mie mani non riuscivano ad essere "scollegate" ed ho dovuto rinunciarvi :(
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare proprio che imparare da bambini consenta proprio quello: imparare a muovere indipendentemente le due mani. Dopo è comunque possibile ma sicuramente è più difficile...
      Io ammiro tutti quelli che sanno leggere la musica e strimpellano uno strumento: io non ho mai imparato. Ognuno ha le sue abilità :-)

      Elimina
  8. Ma che orgoglio, caspita! Davvero complimentoni a entrambe (tu per come l'hai cresciuta, e lei per come ha recepito). E che bel nome, ha la tua bimba :-D)))) !!!
    Ciao Anna, grazie per il tuo dolce commento di oggi!
    Buona serata, ciao
    e°*°

    RispondiElimina

Loading...