venerdì 30 aprile 2010

Mini maglia

Per Madama knit ho preparato questo maglioncino con la lana che ci è stata fornita.
Fornisco anche un tentativo di schema

Con i ferri n. 5 avviare 30 maglie
lavorare a coste 2/2 per 8 ferri
proseguire a maglia rasata per 18 ferri
aumentare 12 maglie per lato e proseguire per 12 ferri
a questo punto chiudere 10 maglie centrali per fare il collo
proseguire le due parti separate per 2 ferri
rimontare le 10 maglie centrali e proseguire il dietro per 14 maglie
calare le 12 maglie delle maniche
proseguire per 18 ferri
lavorare le ultime 8 righe a coste 2/2 e chiudere il lavoro
riprendere le maglie del fondo delle maniche e lavorare i polsini a coste 2/2 per 4 righe
con il gioco di ferri da calza riprendere le maglie del collo e lavorare a coste 2/2 per 6 righe
chiudere il maglioncino sui lati con l'uncineto a maglia bassissima dal rovescio
per farlo tricolore verticalmente montare 10 maglie per colore e ricordarsi di intrecciare il filo sul retro quando si passa da un colore all'altro

Per farlo a righe orizzontali si alternano i colori a piacimento e se si vogliono fare anche le righe verticali si lavora a rovescio una maglia ogni 5 su cui, a fine lavoro, si esegue una catenella con l'uncinetto.
Il risultato è quello della foto.
Se vi interessa l'argomento guardate anche qui
http://lillysartcreationandcrafts.blogspot.com/2010/04/mini-maglioncino.html

venerdì 23 aprile 2010

Laboratorio di pittura

Proseguono i lavori per la mostriciattola. Ho comprato dei cartoni telati e stiamo lavorando su quelli sempre con i colori acrilici.
Il soggetto l'ha scelto Elena: si tratta dei fuochi artificiali. L'esecuzione è tutta sua, tranne lo sfondo dove le ho dato una mano.
Direi che il risultato è di effetto nella sua semplicità


Titolo: "Luci nel cielo"

Fiore di stoffa

Per completare il vestito romantico ho realizzato questo fiore con i ritagli della stessa stoffa. L'idea l'ho presa dal web dove se ne trovano tantissime e facili da realizzare.
Ho ritagliato 5 dischi di tessuto di 6,5 cm di diametro e li ho piegati in quattro ottenendo 5 petali.
Li ho arricciati e cuciti insieme. Con un sesto disco ho creato il centro del fiore e ne ho cucito i bordi dal rovescio.
Sul centro poi ho cucito un dischetto di pizzo con una perlina rinforzandolo con un pezzo di stoffa sul retro.
E questo è il risultato.

giovedì 22 aprile 2010

Gilet con cuori


Questo gilet l'ho fatto qualche anno fa con tre gomitoli di lana sport trovati in saldo.
Il modello è molto semplice, il bordo inferiore è lavorato a coste 2/2 mentre i bordi del collo e delle maniche sono a punto legaccio.
I cuori li ho ricamati sopra a punto maglia con la lana per rammendo arancio e rossa.

Berretto Perù

Questo è uno dei primi berretti a maglia che ho provato a fare usando il gli aghi da maglia per lavorare in tondo.
Ho incominciato dalla punta dei paraorecchi montati sullo stesso ferro, ho aumentato ogni due righe e quando ho raggiunto la circonferenza desiderata ho unito le maglie in circolo e ho proseguito con il gioco di aghi da maglia.
Ho continuato così per 12 cm cambiando il colore e poi ho cominciato a diminuire in modo da ottenere sei spicchi. Ho ultimato il lavoro cucendo i tre pon-pon.
Le righe e la greca sono ricamate sopra con una catenella all'uncinetto.

mercoledì 21 aprile 2010

Scampoli

Ed ecco un nuovo progetto! Ho comprato al mercato diversi scampoli di cotone (costo 1 euro al pezzo) e ho pensato di fare un vestitino per Elena.
Ho trovato sul web un modellino semplice, l'ho adattato alle misure che mi interessavano (cosa faremmo senza la fotocopiatrice...), ho ritagliato il corpino doppio e l'ho imbastito.
Con altri due colori ho ricavato le balze.
Per le cuciture mi sono fatta aiutare da mia mamma che con la sua vecchia Singer a pedale (e i suoi ottant'anni) riesce ancora a fare delle cose carine.
Et voilà ecco un modellino per i primi caldi.




domenica 18 aprile 2010

Casa da sogno

Non amereste avere una casa simile? A me piacerebbe...
per chi si vuol godere tutta la sequenza di foto guardi qui
http://www.ilsitone.com/immagini/stranezze/casa-conchiglia.pps

sabato 17 aprile 2010

Incubo


Scusate ma non ho potuto resistere a mettere quest'immagine sul mio blog: l'incubo delle sferruzzatrici!
Vista l'ora vi auguro buona notte e sogni d'oro!

venerdì 9 aprile 2010

Per Elisa

Questo è un lavoro "detto, fatto".
Si tratta di un pensierino per la maestra di judo di Elena, che appunto si chiama Elisa.
Ho comprato una tovaglietta di bambù (l'ho trovata colorata per caso).
Ho ricavato una mascherina dell'ideogramma giapponese per "judo"

Con un po' di Pritt ho fermato la mascherina sulla stuoietta per poter passare il colore (acrilico ad acqua) con maggior precisione
Il disegno l'ho fatto di getto ed Elena mi ha aiutato a dipingere i fiori di pesco

E questo è il risultato finale

Il supporto che ho scelto è molto assorbente e particolarmente irregolare, il risultato mi sembra comunque abbastanza buono anche se ho dovuto fare parecchi ritocchi che tolgono freschezza al disegno.
Probabilmente la stuoietta andava trattata prima con qualche impregnante, ma non avevo nulla del genere sottomano (p.es. cementite, ma forse anche del medium acriclico) e francamente non ci ho pensato visto che era già colorata.
Le nuvole sono un'idea di Elena che si è ispirata ai disegni di Mulan.

giovedì 8 aprile 2010

Insonnia

Una mattina, qualche tempo fa, mi sono svegliata alle 5. Dato che non riuscivo a riprender sonno ho cominciato a pensare a parole con la rima in -ucchi-, bacucchi, Calmucchi...
Non mi è riuscito di riaddormentarmi, in compenso il risultato è stato questa filastrocca...

I Calmucchi nella neve

Vivevano un dì
lontano da qui
tre Calmucchi bacucchi.
Facevano trucchi,
tessevano tresche
tra i fiaschi e frasche,
proprio così.
Vivevano lì
sulle vette dei bricchi,
imbacuccati indossavano giacche
e a mezzodì
i fichi mangiavano a mucchi
e succhi di bacche
bevevano a brocche.
D'inverno le mucche Calmucche
rizzavan le orecchie
e quando i picchi
battevano i becchi
alzando i tacchi
fuggivan da lì
quei tre vecchi
Calmucchi bacucchi.

A mia discolpa devo aggiungere che oltre l'insonnia è responsabile del mio exploit poetico il fatto che in quel periodo nella classe II E di mia figlia stavano ripassando il -ch-.
Ad ogni modo la filastrocca è piaciuta al maestro che l'ha dettata in classe e questa è l'illustrazione fatta da Elena.

mercoledì 7 aprile 2010

Al lavoro! (Modular scarf)


Con la macchinetta per la maglia tubolare (oops, è di mia figlia...) ho realizzato delle sciarpette di diverso colore...
ed ecco cosa è venuto fuori...

FASHION!!! La sciarpa modulare!

Mi sono ispirata al tricolore per proporle al Madama Knit di sabato. Trattandosi di un lavoro di prova ho usato del filato 100% acrilico ma la sciarpa è risultata calda e morbida ugualmente.

Torta di Pasqua


Per Pasqua ho preparato la tipica torta di verdure.
Ho preso della pasta brisèe (fatta in casa, ma comprata va bene lo stesso), costine, 3 uova, una confezione di ricotta, parmigiano e prosciutto cotto.
Dopo aver steso la pasta l'ho rivestita con il prosciutto cotto, ho versato un composto fatto con le uova, la ricotta, le verdure cotte e tritate, parmigiano e sale. Con la pasta avanzata tagliando i bordi ho ricavato un disco con cui ho coperto il ripieno.
Ho spennellato con il latte, ho bucherellato la superficie e ho infornato a 180°C fino a quando la torta non è diventata dorata (35-40 min).
Una vera bomba!(in tutti i sensi...)
Buon appetito!

venerdì 2 aprile 2010

Easter Bunnies

Ho trovato questi conigletti sul blog O'Suzanne e me ne sono innamorata subito!



Kitchen



Oggi ho voluto inserire queste immagini nel mio blog ringraziando Flickr da cui le ho scaricate.
Si tratta degli interni di abitazioni in Gujarat, India.

Le donne del luogo usano decorare la propria cucina in questo modo, inserendo anche frammenti di specchi.

Come architetto e come "massaia" amante della cucina trovo questi decori bellissimi, interior design raffinato: il decoro è anche dispensa, armadio, ripostiglio per le suppellettili.


E questi contenitori dell'acqua? Lucidissimi...
Loading...